Isolamento termico: come preparare la casa per l'arrivo del freddo

Autore: Redazione

L'isolamento termico è una delle caratteristiche più importanti di una casa: mantiene l'abitazione fresca d'estate e più calda d'inverno, senza bisogno di impianti di condizionamento, come termosifoni o impianti per l'aria condizionata. Ma tra i vantaggi non c'è solo il comfort, c'è anche il risparmio a fine mese.

Isolamento termico, come ottenere il meglio dalla casa

L'importanza dei rivestimenti

Esistono diversi materiali da costruzione per isolare le case. Possono essere applicati in fase di costruzione o durante le successive ristrutturazioni. Tuttavia, per garantire un'efficienza che ti permetta di ottenere il meglio da questo investimento, devi prestare attenzione alla qualità dei rivestimenti. È possibile realizzare un isolamento termico interno (pareti, pavimento e soffitto) con diversi materiali oppure optare per una soluzione uniforme come il microcemento.

Valutazione della situazione

Prima di decidere di isolare la casa, è importante valutare i punti critici dell'abitazione. In questo modo si può capire se bisogna sostituire ad esempio porte e finestre, che sono a diretto contatto con l'esterno e sono fondamentali per il comfort termico. In tal caso, si possono prendere in considerazione i telai delle finestre e la qualità del vetro per garantire che questo miglioramento sia un buon investimento. Se invece il problema sta nel tetto, si può prendere in considerazione l'applicazione di un isolamento termico esterno.

Gtres

I vantaggi dell'isolamento termico

Mantenimento della temperatura: la temperatura non deve oscillare indipendentemente dalla stagione. In questo modo, in inverno il freddo esterno non influirà sul comfort della casa e in estate si impedirà al caldo di entrare e sarà più facile mantenere la casa fresca. Un adeguato isolamento termico aiuta a mantenere la temperatura piacevole tutto l'anno.

Risparmio: una casa ben coibentata non necessita di impianto di condizionamento, il che consente un risparmio sulla bolletta energetica e un miglioramento della certificazione energetica.

Evitare l'umidità: l'isolamento termico delle pareti consente loro di rimanere più calde, evitando così la condensazione del vapore acqueo, che riduce il rischio di formazione di umidità e muffe sulle pareti.

Ridurre il rumore: alcuni materiali di isolamento termico, come lana o cotone, oltre a contribuire a mantenere una temperatura piacevole, aiutano anche a ridurre il rumore. È una buona soluzione per chi vive, ad esempio, nelle grandi città.

Guadagna spazio: isolando luoghi come soffitte o scantinati si rendono questi spazi abitabili, contribuendo così ad aumentare la superficie utile della casa.

Valorizzare la proprietà: il valore della proprietà aumenta per diversi motivi, il primo è relativo all'efficienza energetica, che permette di recuperare l'investimento fatto in isolamento termico, e una volta isolata la casa, non saranno necessari futuri interventi di miglioramento.

Unsplash

Materiali per isolare la casa

I materiali da costruzione sono in continua evoluzione e quindi, sempre di più, compaiono nuove tipologie di isolamento termico che possono essere suddivise in tre gruppi:

Minerali – Come suggerisce il nome, questo tipo di isolamento è di origine minerale, come la roccia basaltica. Parliamo di lana di roccia, lana di vetro o schiuma di vetro.

Organico – Il pezzo forte è il sughero, ma possiamo anche fare riferimento alla fibra di canapa o al legno e o a materiali che provengono da materiali organici come la quercia da sughero.

Sintetici – Derivano da materie prime sintetiche e hanno i nomi più difficili da pronunciare: polistirene espanso (EPS), polistirene estruso (XPS).

È vero che isolare una casa è un investimento considerevole, ma visti tutti i vantaggi, il ritorno sull'investimento è considerevole.

Previous article I vantaggi di un’aria più puli...
Next article Qualità dell'aria in casa: com...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here